Tag

, ,

E se l’amore, quello vero,  arrivasse solo dopo i quaranta?

Ma sì,  dopo la fatidica, meravigliosa e irripetibile soglia anagrafica si verificano le condizioni ottimali per una relazione duratura,  soddisfacente, magari definitiva.

Siamo cartesiani, analizziamole con rigore queste condizioni.  Intanto  – siamo schietti – abbiamo residue velleità riproduttive nella maggior parte dei casi, e ciò  esime la neocostituita coppia di ultraquarantenni dal sempiterno scontro figli/non figli. Chi ha dato ha dato, insomma, e se poi capita si chiama figlio della maturità.

Ah già, la maturità. Pure quella serve. Aiuta a comprendere le paturnie altrui, a capire i propri limiti e a portare a termine analisi spazio-temporali del tipo “tientelo stretto che di treni non è che ne passano come a Bologna centrale”.

E’ possibile anche  che dopo i quaranta raggiungiamo una certa sicurezza economica o che la crisi ci abbia completamente schiantati tanto da trasformare in professione il nostro hobby preferito, come pisciare il cane altrui (moltiplicato beninteso per settanta bestie, se ci vuoi campare).

Ecco, c’è un unico problemino dopo i quaranta. Non hai più palle di prenderti qualcuno in casa. Parlo della tua casa, quella che hai arredato negli anni coi risparmi e col sudore, a tuo insindacabile gusto, e che stai finendo di pagare lasciando un terzo di pisciate di cane alla banca.  Quel nido che è un po’ grandino per uno ma MIODDIO è piccolissimo per due.

E allora? Allora l’amor felix over 40 non ammette convivenza.

Amanti maturi: statevene ognuno a casa sua e vedetevi solo nei week end, nei ponti, in vacanza e alle feste comandate. Non è già moltissimo? Prendete il meglio della relazione e non fatevi ingannare dal bagliore del risveglio quotidiano insieme: è una scocciatura  aspettare anche di lunedì che si liberi il bagno. E il dentifricio, e mi incasini i cd, e le mutande mettile a lavare e cazzo sciacqua quelle tazze della colazione invece di mollarle nel lavello. Non annichilite la passione con le tetre incombenze casalinghe occasionate dal casino altrui.

Pensateci: la libertà cos’è se non due ali e un corpo solo.

Annunci