Tag

, , ,

 e c’è stato un momento in cui ci siamo disposti in cerchio, tutti e cinque, con mezze gambe nel mare. Un impulso, nessuna preordinazione, solo l’urgenza di subitanea condivisione: pareva un segnale codificato. In quella posa abbiamo naturalmente abbassato le difese, innalzato la confidenza, esteso l’intimità. I consigli, i pareri, i dubbi e le risa a galleggiare sugli increspati e sinceri riflessi assolati.

Minuti. E poi, quasi vergognosi del girotondo, abbiamo rotto il cerchio e ognuno è tornato a pisciare nel suo mare.

Annunci