Tag

, ,

Quando inviti una donna a cena, è sempre un evento galante“.

Questa deliziosa concezione del desco eterosessuale ha mandato in bianco  più del pedalino corto color tortora, delle dita nel naso o della maratona del fantacalcio tra il dolce e il caffè.

Le donne si invitano a cena con questi scopi alternativi: meramente gastronomico,  ludico-amicale o addirittura provolo-copulatorio. Il fine ultimo dell’invito è proprio ciò che la dama tenterà di scoprire al più presto, quantomeno per scegliere cosa indossare, dopo la consueta litania sconsolata di fronte all’armadio, sempre incredibilmente sfornito di capi adatti. 

Ma cosa svela lo scopo dell’allegro desinar? Ovviamente la scelta del ristorante. E qui mi casca l’asino. Qui l’uomo mi commette l’errore irrimediabile che compromette la riuscita della cena stessa.

Cosa combina infatti il nostro intraprendente cavaliere dubbioso? Spara alto, va nel lusso, sceglie il locale alla moda, pretenzioso o comunque costosissimo, ritenendo di far cosa buona e giusta, quantomeno per trasmettere stile, classe, agiatezza o con il chiaro intento di celebrare l’evento.  

E così la cena ha già il suo morto.

La donna, dopo che due camerieri le avranno sfilato il cappotto rivelando l’inadeguatezza di jeans stivali e maglione, dopo che il commis le avrà accomodato la sedia in pelle sotto i glutei tremolanti, dopo che il maitre le avrà porto il menu in francese privo dei prezzi, ebbene ella sarà completamente irrigidita dai dubbi.

Il ristorante lussuoso va sempre evitato perché palesa automaticamente l’intento provolo-copulatorio, anche se magari si voleva andare a cena con un’amica di passaggio o si gradiva testare la nota tartare di tonno pinnato del Canada emigrato casualmente nel sud della Sardegna.

Il segreto del successo di una cena è svuotarla di secondi fini, concentrandosi solo sul piacere della compagnia e sulla necessità di nutrirsi. Basso profilo, ambienti sobri, qualità del prodotto. Insomma è con una buona pizza che si ripopola il mondo.

Lo so malfidenti. Vi state chiedendo: “ma che ne sai tu, Splendido, che stai da una vita con la stessa donna? 

Ma perché, Salgari in Malesia c’era mai stato?

Annunci