Tag

, , , , ,

Con che coraggio si può provocare disagio e turbamento ad un bambino di nove anni, proprio oggi?

Oggi che è l’ultimo giorno di scuola. Oggi che ormai le pagelle son fatte, che i voti sono stati assegnati, oggi che ci si saluta, si canta, si controllano le tette delle compagne di quinta, si pensa alle vacanze al mare, si gettano i libri dappertutto. Oggi che le gesonfè/riennevaplu, come dicono a Saint Vincent.

Con che coraggio tu, insegnante insensibile dai capelli mascolini e l’aria saffica, con che spocchia tu che addestri i discenti in lingua tedesca a guisa del dott. Mengele fracassando loro gli acerbi zebedei, con che diritto tu che fai il culo anche ai genitori per il gusto di farlo, con che animo tu che ci illudi con l’imminente pensione e invece sarai ancora d’intralcio ai maroni l’anno venturo, ecco, dico, con quale sentimento ieri gli hai assegnato compiti per oggi?

Io ti accuso. Sì, ti accuso di esser mossa da frustrazione cagionata da forzata e reiterata astinenza sessuale. Che ti si prolunghi all’infinito allora!

E a nome di tutti i bambini di terza ti voglio dire: FANCULO MAESTRA! 

Annunci