Tag

, , , ,

Es un tiempo de mierda.

Così si esprimeva nel XVII secolo un anonimo poeta andaluso, ma tra le righe vi leggiamo una preoccupazione intrinseca, giustamente presente, per gli effetti del maltempo sull’umore del popolo.

Non sottovalutate l’ansia che la pioggia vi mette, la tensione che le nuvole vi provocano, l’irritazione per la mota che v’inzacchera. Non sottovalutate la necessità di compensare la tristezza col cibo, grasso e saturo magari. Non sottovalutate la necessità impellente di ingozzarvi di sushi e di sesso contronatura per sfogare la rabbia. Non trastullatevi coi biscotti, ché fate briciole, ma fate massiccio ricorso ai dolci. Lo so, è devastante per il giro vita e per le cosce, ma è ineluttabile.

Non sminuite gli effetti psicosomatici del maltempo, é pericoloso.

Non sminuite il vostro malessere.

Perché è una vera malattia, il meteorismo.

Annunci